venerdì 10 febbraio 2012

PIADINE AL GRANO SARACENO E OLIO EVO CON LIEVITO NATURALE

Piadine al grano saraceno
Una piadina sicuramente eretica, fuori dai canoni classici.
Un pò come me. Mai mi sono ritrovata nei panni della ragazza comune, quella della porta accanto, ho sempre preferito l’amore tragico raccontato da Shakespeare, quello brutale e crudo di Bukowski, anzichè la banalità di Volo e Moccia. Mai fatto follie per accaparrarmi l’ultimo modello di scarpe, forse un pò più del dovuto ho speso per il mio ultimo mascara. Trovo assolutamente patetiche e tristi e sole le donne alla sex and the city, finti modelli di emancipazione. Amo Woody Allen, detesto i cinepanettoni. Una penna e un foglio di carta hanno da sempre preso il posto dello specchietto nella mia borsa.
Sono un pò cervellotica, assolutamente lunatica. Non ordinaria.

 

Insomma ecco la ricetta per una piadina deliziosa!

 

 

Piadine al grano saraceno

PIADINE AL GRANO SARACENO E OLIO EVO CON LIEVITO NATURALE

 

Ingredienti (per 4 piadine da circa 100 g l’una):
– 50 g di farina di grano saraceno
– 150 g di farina 0
– 50 g di lievito naturale rinfrescato e maturo
– 110 g di latte
– 30 g di olio evo biologico monovarietale lucano Calandrone
– 5 g di sale

 

Preparazione:
sciogliere il lievito nel latte.

 

Disporre le due farine setacciate a fontana e versare mano a mano il latte e iniziare ad impastare.
A metà impasto aggiungere il sale e continuare ad impastare. Dopo l’assorbimento aggiungere l’olio a filo.
Impastare fino a quando il composto non risulterà omogeneo.
La consistenza dell’impasto deve essere come quella del lobo di un orecchio.

 

Formare una palla con l’impasto e far riposare in un contenitore, coperto o con un panno umido o con della pellicola, per circa un paio d’ore a temperatura ambiente.

 

Dividere l’impasto in quattro pezzi di circa 100 g l’uno, e formare delle palle facendo roteare l’impasto sotto il palmo della mano su un piano non infarinato. Far riposare coperti per altri 30 minuti.

 

Appiattire con le mani le palline passandole da entrambi i lati nella farina, e tirarle con il matterello su un piano infarinato. A me piacciono sottili e le ho stese fino ad uno spessore di circa 2 mm.

 

Far arroventare il testo, o in alternativa una padella, e cuocere le piadine, facendole roteare su se stesse con l’aiuto di una spatola, per meno di un minuto per lato, schiacciando con una forchetta le bolle che si formeranno e che daranno le caratteristiche macchie alla piadina.

 

Per gustarle al meglio farcirle subito e mangiarle calde.

 

 

Piadine al grano saraceno

Pubblicato da Marilù
33 peperoncini
 

Commenti:

  1. Patrizia scrive:

    Buonissime queste piadine! E bellissimo il post !

  2. E’ stupenda sia la foto e sia il non uso di grassi come strutto e burro… Tata apprezzerà!
    A presto!
    B.

  3. dauly scrive:

    se mi ispira questa piada!!!!
    anche io sono una grande fan di Bukowski, penso di averlo letto la prima volta intorno ai 15 anni quando le mie amiche deliravano per il film Love story, però adoro le scarpe….e un pò anche sex and the city!

  4. patatina scrive:

    fantastiche mari! bravissima! mi sa che me le preparo x cena!

  5. Ros scrive:

    naaaaaaa non sei poi cosi eretica :-) il vivere di apparenza non porta da nessuna parte bisogna sempre essere se stessi anche se questo significa essere “diversi” dalla massa ed io ti capisco benissimo dato che non mi ci rispecchio minimamente nella massa :-)una piadina così me la gusterei moooooolto volentieri a pranzo oggi :-) buona giornata cara baci

  6. Ale scrive:

    piadina al grano saraceno?!?!!? mai mangiata…buona buona

  7. Donatella scrive:

    Non mangio mai le piadine, non mi piace il loro sapore che sa troppo di strutto. Queste con il lievito naturale e l’olio evo le assaggerei anch’io… bravissima, hanno un ottimo aspetto

  8. manu scrive:

    Ciao ma come sono invitanti queste piadine.
    Un abbraccio e buona giornata

  9. sulemaniche scrive:

    mi ricorda la mia magnifica estate in romagna!!!!!che bontà

  10. Debora scrive:

    allora. woody allen lo detesto, sex and the city patetico, Moccia si legge una sola volta e poi si butta il libro ricordandoti di non leggere quello dopo… volo lo adoro, Shakespeare yeah! ci siamo! piadina supermegagalatticamente buona!! bravissima! ^_^ grazie per la tua partecipazione ^_^ bacio mari

  11. laura scrive:

    che bella versione con il grano saraceno!!! devono essere buonissime!!

  12. Ka' scrive:

    Ottime piadine anche se sono eretiche, per la salute con un taglio al colesterolo così notevole sono meglio delle originali! brava! bacioni!

  13. Abbiamo gli stessi gusti in campo letterario, e questo mi fa capire che pure su queste piadine sarei d’accordo 😉

  14. Luna scrive:

    Buone e dietetiche, ottime! 😉

  15. Chiara scrive:

    che originali, mi piace questa versione!

  16. Aria scrive:

    una ricetta davvero interessante e da segnare…visto il risultato! bravissima!

  17. Voglio anch’io la piadina!!! Che buona :))

  18. mariangela scrive:

    mai fatto una piadina, ma questa mi invoglia a provare
    del resto le ricette eretiche, come per le persone, sono le più interessanti

  19. Ely scrive:

    Mi ritrovo perfettamente nell tue parole forse è per questo che le tue piadine mi hanno conquistato! La farina di grano saraceno qui non manca mai e queste le voglio provare! Baci

  20. Fabiola scrive:

    MERAVIGLIOSE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! HO DETTO TUTTO, BACI.

  21. Faccio spesso le piadine e queste mi intrigano!

  22. Felix scrive:

    Bella questa ricetta! Con il grano saraceno poi! Io le piadine con il lievito madre le preparo e vado un po’ ad occhio di solito… mi sa tanto che provo anche questa tua così precisa, “deglutinizzandola” tutta :)
    Buon fine settimana!

  23. elly scrive:

    Questa versione “eretica”, come dici tu, mi stuzzica!!!!

  24. Elisabetta scrive:

    cavoli che buone!! adoro le piadine e il grano saraceno!!! BUONE BUONE BUONE! LE RIFACCIO SICURISSIMO!

  25. Elisabetta scrive:

    ah dimenticavo, con cosa potrei sostituire il latte per renderle vegane?

  26. Marilù scrive:

    grazie mille Elisabetta! Semplicemente acqua! 😀

  27. Claudia scrive:

    Ti confesso che questa piadina “eretica” mi piace addirittura più di quella tradizionale, perchè adoro i piatti preparati con il grano saraceno, mi ricordano un sacco la montagna…e questa piadina è perfetta, unisce in se i ricordi dell’estate sulla riviera romagnola e dell’inverno, sulle Alpi della Valtellina! 😉

  28. Nus In Cucina scrive:

    Altro che eretica, è meravigliosa!

  29. PolaM scrive:

    Che belle queste piadine. Quasi quasi le faccio subito cosi’ le uso per pranzo…

  30. Anonymous scrive:

    stupende, era una vita che cercavo una ricetta fatta così bene, complimenti sia per la ricetta che per il blog.
    le faceva sempre il mio ex, solo che lui le faceva con l’olio Laudemio ed erano favolose, ed ora voglio provare a farle pure io..
    Laura

  31. Moscerino scrive:

    una piadina con il lievito madre non l’avevo mai vista, ma mi incuriosisce tantissimo, devo provarla!

Lascia un commento

I campi contrassegnati con l'asterisco * sono obbligatori.
L'indirizzo email non verrà reso pubblico.
*
*
Grazie a tutti voi che lasciate un segno del vostro passaggio nel mio blog: è questo quello che mi dà l'entusiasmo per andare avanti!