martedì 17 marzo 2015

ORECCHIETTE CON LE CIME DI RAPA ALLA LUCANA

 

orecchiette e cime di rapa

Sono una persona molto romantica, ma non nel senso delle commedie hollywoodiane, quindi mi carico l’anima di ricordi, mi immalinconisco con un certo compiacimento, mi piace ritagliarmi spazi privatissimi di solitudine che trovo necessari per poter affrontare “gli altri” con malcelata disinvoltura.

Ma dall’altro lato sono una persona che ha bisogno di crearsi continui stimoli, vedere e fare cose nuove, ed ogni nuova passione io la prendo molto seriamente sul momento, concentrare tutta l’energia su un progetto, a prescindere dalla sua durata, mi fa sentire bene, mi fa sentire in movimento. Sono di quelle persone che non riesce a spiegarsi come la gente riesca a trascorrere tutti i propri momenti allo stesso bancone dello stesso bar, senza muoversi dal proprio sgabello, di come riesca a vivere di una morte non apparente insomma.

La mia passione del momento si chiama “orto balcone” e sì, le cime di rapa di questa ricetta le ho coltivate nei vasi sul mio balcone cittadino bolognese, senza nè arte nè parte, ma loro sono cresciute lo stesso, oltre i metodi biologici direi, visto che quello che hanno ricevuto è stata solo acqua e parole di incoraggiamento da parte mia, sono sopravvissute a bruchi, a cimici, ad afidi, insomma delle combattenti che nemmeno Rambo…

E sono venute su una meraviglia, buone, anzi buonissime, e il loro posto d’onore non poteva che essere a fianco delle orecchiette, in una delle ricette che più amo, che più mi parla di storie, di memorie, di luoghi e di persone della mia vita.

 

 

cime di rapa 1

 

ORECCHIETTE CON LE CIME DI RAPA ALLA LUCANA

 

Ingredienti per 4/5 persone:

– 600 g di orecchiette fresche fatte in casa ( per la ricetta andare qui)

– 500 g di cime di rapa

– 5/7 cucchiai circa di olio extravergine di oliva

– 1 spicchio di aglio

– 4 cucchiaini di polvere di peperoni cruschi

– 5 cucchiai di mollica di pane sbriciolata (facoltativa)

 

Preparazione:

mondare le cime di rapa, tenendo da parte le infiorescenze e le foglie più tenere, e lavarle.

 

In un pentolino far soffriggere lo spicchio di aglio scamiciato nell’olio, quando sarà imbiondito eliminare l’aglio e togliere dal fuoco, aggiungere la polvere di peperoncino dolce e un cucchiaio di acqua di cottura della pasta e rimettere per circa un minuto sul fuoco a minimo.

 

In una padella antiaderente leggermente unta di olio far abbrustolire la mollica di pane.

 

Calare le rape in abbondante acqua salata venuta a bollire, appena riprende il bollore aggiungere le orecchiette e portare a cottura.

Scolare bene e condire con l’olio al peperoncino, amalgamando per qualche secondo su fiamma dolce. Impiattare subito e se piace aggiungere la mollica di pane abbrustolita.

 

 

orecchiette e cime di rapa 1

In dispensa:

– olio extravergine d’oliva biologico Calandrone

 

A tavola:

– canovacci GreenGate

Pubblicato da Marilù
5 peperoncini
 

Commenti:

  1. Chiara scrive:

    quella mollica abbrustolita dona un tocco in più, che bel piatto Marilù ! Un bacione

  2. Carissima, da quanto tempo che non passavo, le tue orecchiette sono molto gustose! Ti abbraccio forte e ti auguro Buona Pasqua!

  3. Chef V. scrive:

    Che tocco geniale aggiungere la polvere di peperoni cruschi (di Senise)
    e la mollica di pane sbriciolata e abbrustolita.

    I miei complimenti anche per l’impiatto

Lascia un commento

I campi contrassegnati con l'asterisco * sono obbligatori.
L'indirizzo email non verrà reso pubblico.
*
*
Grazie a tutti voi che lasciate un segno del vostro passaggio nel mio blog: è questo quello che mi dà l'entusiasmo per andare avanti!